Social Score

È bene che tu lo sappia: la tua Home Page è il migliore alleato del tuo business.

Proprio così. La tua Home Page è la pagina su cui si catalizza l’attenzione di tutti coloro che visitano il tuo sito, un vero e proprio biglietto da visita se sei un commerciante, un imprenditore oppure un freelance.
Eppure, se ti dico che la tua Home Page può essere uno strumento molto efficace per generare Lead e far crescere il tuo business?

Seguimi, ti spiego 5 semplici regole per migliorare la capacità della tua Home Page di convertire il tuo target in cliente.

 

  1. Scegli il Design più adatto a te
  2. Raggiungi il tuo obiettivo
  3. Generare Lead
  4. Headline: breve e ad effetto
  5. Ma dove sei finito?

 

 Lead Generation

 

  1. Scegli il Design più adatto a te

 

Diciamocela tutta: un layout accattivante è la prima cosa che salta all’occhio.

Al gusto non si comanda, si sa. Eppure non basta. Anzi: è opportuno seguire alcune regole.

Un primo suggerimento che ti do è quello di scegliere template con uno stile tendenzialmente minimale, al fine di preservare l’immediatezza, l’organizzazione e la facilità di fruizione dei contenuti.

Preferenze a parte, ci sono alcune caratteristiche che ogni Home Page efficace deve avere.

Il particolare il layout deve essere:

– User Friendly: assicurati che la navigazione sia immediata, facile, intuitiva e, soprattutto, stimolante.

– Responsive: la tua pagina deve essere visualizzabile da qualsiasi dispositivo sia desktop   che non. Ricorda: ogni giorno oltre il 60% degli utenti si collega da dispositivi mobile. Pertanto, una pagina non opportunamente ottimizzata per questa tipologia di supporto, rischia di non essere visualizzabile da una parte considerevole di utenti.

– Coerente: l’utente deve capire nel minor tempo possibile quali contenuti può trovare sulla tua pagina. Pertanto organizza gli stessi in maniera chiara ed inequivocabile.

 

 

  1. Raggiungi il tuo obiettivo

 

Cosa vuoi che faccia un utente una volta giunto sulla tua pagina?

Può sembrare una cosa ovvia eppure è proprio questa una delle chiavi per il successo della tua attività. Devi definire la tua Home Page in riferimento ad un obiettivo preciso.

Ad esempio: Vendi prodotti/servizi on line?

 Benissimo: quando un utente giunge sul tuo sito deve istantaneamente:

– Capire di cosa ti occupi

– Percepire la qualità ed il valore di ciò che fai e di quanto proponi

– Poter effettuare l’acquisto dei tuoi prodotti/servizi

– Poter entrare in contatto con te

 

Assicurati che la tua Home Page soddisfi tutti i requisiti appena elencati.

A questo punto, fai un piccolo esperimento: dimentica per qualche minuto il tuo ruolo aziendale facendo tabula rasa di tutto ciò che riguarda il tuo business e diventa un utente qualsiasi.

Non è facile, me ne rendo conto. Eppure è un test molto efficace in quanto ti consente di osservare in maniera critica la tua Home Page, rilevando facilmente eventuali limiti.

Un altro piccolo test: chiedi ad un conoscente o ad un amico che lavora in un settore diverso dal tuo di dare un’occhiata al tuo sito (meglio ancora se non lo ha mai visto prima) e di esprimere un parere (possibilmente sincero e disinteressato).

Il suo punto di vista (e quello di altri con cui ripeterai il test) ti aiuterà senza dubbio a comprendere se l’esperienza di navigazione degli utenti è esattamente quella da te desiderata e quella per cui stai lavorando.

 

 

Business on line

  1. Generare Lead

 

Niente Lead senza Home Page. Più precisamente, non si possono generare lead senza una Home Page allestita ad hoc per intercettare contatti qualificati (memorizza le quattro regole indicate precedentemente).

Ricorda: non tutto ciò che è presente sul tuo sito e che è importante per te, lo è anche per gli utenti.

Con ciò non voglio dire che hai commesso necessariamente un qualche errore di valutazione, ma solo farti notare che, ad esempio, lunghe e dettagliatissime presentazioni aziendali, per quanto interessanti per te, potrebbero non soddisfare le esigenze immediate dell’utenza.

Anzi è molto probabile che possano confondere, distrarre o addirittura scoraggiare il cliente, con il risultato che puoi immaginare: la conversione o l’azione che da lui ti aspettavi non arriva.

Pertanto non mettere i tuoi utenti dinanzi a molteplici strade da percorrere, ma indica la strada che tu vorresti che prendessero.

Non fare, ad esempio come tanti e-commerce che sono letteralmente zeppi di promozioni e offerte, tanto che dopo alcuni minuti di navigazione risulta difficile comprendere i “pezzi forti” della proposta in catalogo.

Possiamo senz’altro dire che la Call to Action della Home Page deve essere quella di generare Lead.

Per fare ciò non è sufficiente elencare i prodotti e i servizi che offri, ma devi puntare su qualcosa che più di altro è in grado di accendere la fantasia di un utente: l’interesse e la curiosità.

Ti occorrono poche parole, qualche riga al massimo.

Si tratta di parole importantissime in quanto costituiscono quella che è la tua headline.

 

  1. Headline: breve e ad effetto

 

Il titolo è fondamentale. Lo è sempre stato nel giornalismo e lo è ancora di più nel web, dove gli utenti hanno sempre meno tempo a disposizione e sono sempre più consapevoli di quanto stanno cercando.

Pertanto: o sei in grado di offrirglielo subito oppure lo cercheranno altrove.

Anche tu, passando da un sito all’altro dei principali quotidiani leggi diversi titoli in pochi secondi, ma clicchi soltanto su uno solo di questi.

Perché?

Il motivo è semplice: hai cliccato su quello che ha acceso la tua curiosità.

Ciò non vuol dire che gli altri non ti interessano. Semplicemente: non possiedono le chiavi di accesso alla tua fantasia.

Proprio così, le chiavi. Le keywords sono fondamentali nella headline della tua Home Page e non soltanto per una questione Seo, ma perché sono quelle che consentono di accedere alla mente degli utenti.

 

Ma come dev’essere una Headline?

 

Una headline deve essere:

– Breve: in pochissimi secondi l’utente deve aver letto il titolo e deve esserne catturato. Un suggerimento: cerca di non superare le 60 battute spazi inclusi.

– Chiara: se vendi capi in pelle, il potenziale cliente deve capirlo immediatamente.

– Sincera: non fare promesse che sai di non poter mantenere. Il tuo contatto deve comprendere cosa fai ed il valore della tua offerta. È sufficiente, fidati. Pertanto, non strafare!

– “Seducente”: stimola la curiosità, accendi la fantasia. Come fare? Non concentrarti solo su ciò che vuoi proporre al tuo cliente, ma focalizza l’attenzione anche su ciò che lui vuole leggere.

 

Ti faccio un esempio: perché stai leggendo questo pezzo? Perché vorresti creare una Home Page perfetta oppure perché vorresti realizzarne una più redditizia per il tuo business? Nel caso fossi alla ricerca della seconda ipotesi intitolerei così il post: “Homepage perfetta: consigli utili per realizzarla”.

 

 e-commerce

 

  1. Ma dove sei finito?

 

A cosa serve un biglietto da visita senza un indirizzo e-mail né un numero di telefono?

Di sicuro la sua destinazione finale è il primo cestino dei rifiuti, non trovi?

La sezione “Contatti” è quella che spesso si cura di meno: di solito è costituita da un numero di telefono e da un indirizzo e-mail.

Ti sei mai chiesto quanto tempo impiega un potenziale cliente a trovarla?

Non solo: ha voglia davvero di cercarla?

Ricorda: l’utente deve avere subito la possibilità di contattarti e di farlo senza alcuno sforzo.

Dunque: perché non prevedere direttamente nella Home Page un Form per contattarti?

Questa è una soluzione che può fare la differenza.

Pertanto non ti accontentare di una Home Page carina, gradevole e simpatica.

Piuttosto sfrutta le sue potenzialità per puntare alla Lead Generation.

Come fa notare John Jantsch, uno dei maggiori esperti di web marketing: “È molto più facile raddoppiare le vostre entrate, raddoppiando il tasso di conversione e non raddoppiando il traffico”.

Ricorda: la tua Home Page deve riuscire proprio in questo!

 

Clicca qui ti spiego come >> Utilizzare Linkedin in maniera professionale

 

<< Leggi anche: Vendere una bici da oltre 5000 euro con traffico organico

Social Score
Autore: Insem Spa
letture : 191

Iscriviti a nostra newsletter: zero spam, tanti contenuti utili ogni settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *